Scozia on the road in 15 giorni – Itinerario

Ciao! Ci siamo trasferiti su un sito tutto nuovo!

L’articolo che stavi cercando ora lo trovi qui:

Scozia on the road in 15 giorni – Itinerario

Precedente Alla scoperta di Villa Torlonia Successivo Blogger Recognition Award 2017

10 commenti su “Scozia on the road in 15 giorni – Itinerario

  1. Ti avevo lasciato un commento lunghissimo ma ho cancellato invece di inviare
    Comunque, io nel primo viaggio in Scozia mi sono ritrovata a fare tantissimi chilometri, vedendo di corsa tante cose perché avevo sottovalutato il fatto che per raggiungere una località apparentemente vicina ci possono volere ore!
    La seconda volta è andata molto meglio perché avevo già creato un itinerario che includesse le cose che ci tenevo a rivedere, quindi un viaggio molto più slow.
    Adesso però mi hai fatto venire voglia di tornare 😉

    • Eleonora il said:

      Grazie di essere passata e peccato tu abbia cancellato, mi avrebbe fatto piacere leggere il tuo commento lunghissimo! 😉
      Comunque sì, sottovalutare le distanze era una delle cose che preoccupava di più anche noi, perchè ci piace poterci godere i posti che vediamo senza dover scappare via per il posto successivo…
      Ammetto che in un paio di giornate abbiamo deciso comunque di fare, consapevolmente, un po’ più di chilometri. D’altro canto altrimenti non riuscivamo a vedere le cose che ci interessavano di più. Ma per la maggior parte è andata abbastanza bene e siamo rimasti soddisfatti. Google maps ci ha aiutati tantissimo in fase di organizzazione per capire se quello che volevamo fare era fattibile.
      Di certo poi in Scozia si potrebbe continuare a vagare per settimane continuando a trovare posti da visitare, quindi anche io avrei una voglia incredibile di tornarci!

  2. Mi hai fatto venire una voglia di andare in Scozia… e con tutti questi consigli sull’itinerario potrei partire anche domani e fare un ottimo viaggio! Mi sa che dovrò recuperare gli altri post su questo bel viaggio per tenere a bada la voglia e al tempo stesso farmela crescere sempre più 🙂

    • Eleonora il said:

      Beh fra l’altro la Scozia è un paradiso per chi vuole fare trekking o arrampicata… La Lonely Planet ha interi paragrafi con i consigli per dei percorsi a quanto pare stupendi (ed alcuni anche parecchio impegnativi) ma io li ho ovviamente saltati a piè pari! 😛

  3. Anna il said:

    Che spettacolo questo itinerario, adoro i viaggi on the road come prezzi? Auto e alloggi? Giusto per capire se possa essere una vacanza low-cost, normale o cara

    • Eleonora il said:

      Allora, vacanza low-cost direi di no. Normale o cara forse dipende un po’ da quali sono i tuoi parametri e poi ovviamente da che tipo di viaggiatori siete…
      Considera che noi in totale abbiamo speso circa 1500€ a testa, tutto compreso (quindi anche benzina, cibo, ingressi a castelli, gita alle Orcadi, etc).
      La macchina, presa con RentalCars, ci è costata 380,00€ per 12 giorni (con policy full to full e compresa l’assicurazione completa). Poi in realtà al momento del ritiro della macchina abbiamo aggiunto un altro centinaio di euro per avere i chilometri illimitati e la possibilità di guidare entrambi (cosa che ci è tornata utile perchè così ci siamo potuti alternare e non è stato troppo pesante per nessuno dei due).
      Per l’aereo a/r Roma-Edimburgo abbiamo speso 670€ (in totale, quindi a testa 335) comprando i biglietti ai primi di marzo.
      Per gli alloggi invece la spesa è molto variabile. Noi non siamo molto tipi da ostello, quindi abbiamo cercato tutti b&b. Molto abbiamo trovato su airbnb, tranne al nord che su airbnb non ci stava praticamente nulla. Comunque di sicuro si riesce a risparmiare un po’ rispetto a quanto abbiamo speso noi se si prenota negli ostelli con le camerate.
      Per Edimburgo (tramite airbnb) abbiamo speso 70€ a notte (ovviamente prezzo a camera, non a persona), per tre notti. Edimburgo ad agosto è completamente piena per via dei vari festival (soprattutto Fringe e Military Tattoo) e quindi i prezzi sono più alti che in altri periodi e soprattutto va prenotata con largo anticipo.
      Per Skye stessa cifra di Edimburgo, 70€ a notte (siamo stati due notti). Considera che già a fine febbraio era quasi tutto prenotato e siamo riusciti a trovare una stanza privata in un ostello ad un prezzo accettabile ma era lontanissimo da qualunque cosa. Comunque tutto il resto costava troppo per noi e quindi ci siamo accontentati (avremmo preferito stare a Portree o comunque in una zona più comoda) ma l’abbiamo prenotata addirittura prima di prenotare il volo ed avere la certezza delle date perchè Skye è davvero un disastro, viene presa d’assalto purtroppo.
      Le altre tappe un po’ costose sono quelle al nord. Durness soprattutto, perchè non è che ci siano proprio tantissime strutture ricettive, quindi i prezzi sono mediamente più alti. A Thurso qualche b&b in più c’è perchè comunque è una cittadina, ma a Durness che è praticamente un villaggio ce ne sono davvero poche. Quindi ovviamente pure lì da prenotare con larghissimo anticipo. Noi infatti non volevamo dormire a Thurso ma più nella zona di John O’Groats (che però ha 4 posti in croce), però non abbiamo trovato moltissimo. In ogni caso a Thurso abbiamo speso 60€ a notte (2 notti), invece a Durness 98€ per una sola notte (però il b&b dove siamo stati li valeva tutti!) e a West Helmsdale 80€ per una notte.
      Poi noi abbiamo speso un po’ di più anche ad Inverness, ma lì perchè ci eravamo fissati che volevamo il b&b in centro città e ne avevamo trovato uno meraviglioso dove siamo stati veramente benissimo, penso in assoluto il migliore in cui abbiamo dormito o a parimerito con quello di Durness. Comunque abbiamo speso 90€, ma ad Inverness o nella zona di Inverness si trova di sicuro ampia scelta anche a meno (sempre muovendosi in anticipo).
      Dundee ed Aberdeen sono state le tappe più economiche, circa 50€ ciascuna. Qualcosa in più ad Ullapool e Stirling.
      In ogni caso i posti più convenienti spariscono velocemente, quindi è un viaggio che bisogna davvero organizzare e prenotare con vari mesi di anticipo se lo si vuole fare a luglio-agosto. Logicamente in periodi di bassa stagione credo che la storia cambi.

  4. Wow un super viaggio in Scozia, il mio sogno! Riguardo a tutto l’itinerario che hai descritto nei minimi particolari mi hanno incuriosito molto le Orcadi. Come sono dal punto di vista paesaggistico? E l’isola di Skye?

    • Eleonora il said:

      Ciao! Le Orcadi a noi sono piaciute molto, siamo stati davvero contenti di aver fatto la gita lì! Dal punto di vista paesaggistico sono forse un pochino diverse dalla Scozia “continentale”, ma regalano comunque delle viste stupende. Il forte vento che le caratterizza fa sì che non crescano facilmente gli alberi, questa cosa suona un po’ strana ma incide molto sul paesaggio secondo me. Ci sono delle spiagge davvero bellissime, noi ne abbiamo vista una quando abbiamo visitato Skara Brae che è proprio sul mare… Purtroppo ci siamo stati solo in giornata, se ci si sta più a lungo so che ci sono anche delle scogliere suggestive ed un “Old Man” molto alto che dev’essere davvero uno spettacolo! Quello che io personalmente ho apprezzato di più però sono stati i siti archeologici risalenti al neolitico… Un vero tuffo nel passato!
      A breve poi penso di pubblicare anche un articolo proprio sulle Orcadi! 🙂
      Per quanto riguarda Skye invece beh… c’è sicuramente una ragione se tutti vogliono vederla a qualunque costo! È semplicemente magnifica, ci sono dei paesaggi unici e si possono fare dei trekking incredibili lì. Detto ciò però, a noi non ha entusiasmato. Lo so che sembra che io mi contraddica, ma il fatto è che ci siamo stati ad agosto e c’era davvero troppa troppa gente lì! Quei paesaggi unici, quei posti incredibili, hanno un grande fascino che però viene un po’ a mancare quando li vedi invasi dai turisti e devi sgomitare per fare una foto decente… Quindi Skye decisamente sì “fuori stagione”, mentre forse tornando indietro non la inserirei in un viaggio fatto ad agosto come nel nostro caso…
      Se vedi nel diario di viaggio ci sono anche un po’ di foto comunque, che rendono sicuramente di più delle mie parole! 😛

  5. Elena il said:

    Ciao,
    cercando ispirazione per un possibile viaggio in Scozia, mi imbatto nel tuo dettagliatissimo diario e itinerario di viaggio e ne resto entusiasta. Praticamente potrei partire domattina sulle tue tracce! Grazie per aver condiviso ogni dettaglio e i tuoi preziosi appunti. Vorrei chiederti un parere molto generico: di tutto l’itinerario, (a parte Skie molto affollata) c’e’ qualcosa a cui rinunceresti o qualche tappa sull’itinerario troppo tirata? Intendo dire i tempi ti sono bastati per godere degli scenari meravigliosi?
    Noi stiamo pensando di noleggiare un mini camper per avere la massima libertà e contenere i costi che a colpo d’occhio, su booking sono molto elevati.

    Ti ringrazio per la cortese risposta

    • Eleonora il said:

      Ciao!
      Mi fa davvero piacere che i miei articoli ti siano stati utili!
      Mi sembra che quella del camper potrebbe essere un’ottima soluzione, purtroppo i costi in Scozia sono mediamente alti e soprattutto adesso è già un po’ tardi per prenotare, noi avevamo prenotato quasi tutto già a febbraio, perchè veramente dopo si fa troppa fatica a trovare posti che non costino una fortuna, o in qualche località anche proprio a trovare dei posti!
      Quanto alle tue domande… sono difficili perchè onestamente non saprei a cosa rinunciare, è stato un viaggio bellissimo dall’inizio alla fine!
      Nel complesso i tempi per noi sono andati piuttosto bene, avevamo calcolato la lunghezza delle tappe apposta per avere tempo nei luoghi che ci interessavano di più. Ad esempio all’inizio avevamo previsto di andare direttamente in una giornata da Inverness a John O’Groats, mentre poi abbiamo deciso di spezzare fermandoci a metà strada perchè volevamo goderci sia l’Urquhart Castle sul Loch Ness che, soprattutto, Duncansby Head (che al momento è il mio posto preferito in assoluto nel mondo!).
      L’unica giornata davvero un po’ tirata è stata quella tra Skye e Stirling, ma lì la scelta è stata meditata e risultava essere il miglior compromesso per noi, tanto quel giorno l’unica cosa che ci importava davvero era di tenere del tempo di “scorta” per visitare l’Eilean Donan nel caso non ci fossimo riusciti prima di entrare a Skye (e infatti poi così è stato!) e soprattutto a me interessava più di tutto arrivare al Glenfinnan Viaduct in tempo per vedere l’Hogwarts Express!
      Cose a cui rinuncerei son davvero pochissime… Come hai già capito Skye, perchè è meravigliosa ma agosto è il mese sbagliato per lei e per quanto è bella meriterebbe almeno 4 o 5 giorni tutti per lei in un altro periodo dell’anno!
      Poi solo piccole cose… Posso dirti che ad esempio forse non farei la sosta a Chanonry Point, perchè ci vuole fortuna per vedere i delfini e noi non ne abbiamo avuta… Quindi lì magari invece che a Chanonry Point mi fermerei a Dornoch, che invece noi abbiamo saltato. Anche se la “pennichella” che ci siamo fatti mentre aspettavamo i delfini ancora ce la ricordiamo come uno dei momenti di più assoluto relax! 😛
      Oppure l’ultimo giorno prima di Edimburgo abbiamo visto Stirling e poi la Falkirk Wheel e i Kelpies, mentre magari a tornare indietro dopo Stirling andrei in macchina alla Rosslyn Chapel così da non togliere tempo a Edimburgo nei giorni successivi.
      Ad avere un giorno in più a disposizione, che purtroppo non avevamo, starei due notti a Durness, perchè lì si poteva fare anche la gita a Cape Wrath ma è disorganizzatissima e ti fa perdere un sacco di tempo, quindi non l’abbiamo fatta anche perchè quel giorno volevamo avere il tempo di fare la camminata fino all’Old Man of Stoer. Fra l’altro stando due notti a Durness forse avremmo avuto modo di fare Cape Wrath e Smoo Cave nello stesso giorno e poi il giorno dopo saremmo potuti scendere verso sud già dalla mattina e fare anche un’altra passeggiata verso una spiaggia dalla quale si vede l’Old Man da una prospettiva diversa… Ma ora sto sognando, mi sta venendo voglia di tornare in Scozia!
      Se hai altre domande non esitare, sono a tua disposizione! 🙂

Lascia un commento

*