Alla scoperta di Villa Torlonia

In una calda domenica di metà ottobre, con il sole che splende, è difficile rimanere in casa. E così, abbiamo deciso di fare una passeggiata alla scoperta di villa Torlonia.

Villa Torlonia
ingresso di Villa Torlonia su via Nomentana

Si tratta della più recente delle ville nobiliari romane e, pur non essendo famosa quanto altre importanti ville di Roma, è un luogo bellissimo. Comprende un grande parco che ormai da molti anni è un giardino pubblico del comune, ma anche alcuni edifici davvero interessanti e particolari, due dei quali trasformati oggi in musei.

Villa Torlonia
viale all’interno di Villa Torlonia, si intravede il Casino Nobile

Villa Torlonia è molto frequentata e piena di vita. Ci sono famiglie, persone che fanno sport, anziani che passeggiano con calma, bambini che corrono. In una giornata di sole, è un posto veramente perfetto. Al suo interno c’è anche un’area giochi con delle altalene ed un bar molto carino con tavoli all’aperto che sfrutta un casolare dell’800, un tempo detto “Aranciera” ed oggi invece chiamato “Limonaia”.

Villa Torlonia - Teatro
uno dei tanti edifici all’interno della villa, il Teatro

Inoltre, dopo un lungo periodo di abbandono e degrado, a villa Torlonia sono stati fatti molti lavori di restauro. I risultati sono veramente eccellenti ed hanno portato alla creazione di ben due musei all’interno del parco, situati in due dei vari edifici che si trovano all’interno della villa. Si tratta in particolare del Casino Nobile e della Casina delle Civette.

Il Casino Nobile

Il Casino Nobile era un tempo l’edificio più importante di villa Torlonia ed era quello in cui la famiglia risiedeva. Al piano terra ed al primo piano c’erano sale riccamente decorate con funzioni di rappresentanza e l’intera costruzione è stata più volte ristrutturata, ampliata ed abbellita nel corso degli anni.

Villa Torlonia - Casino Nobile
il Casino Nobile di Villa Torlonia

Alcune delle sale in cui si può passeggiare sono davvero meravigliose, con pareti e soffitti decorati e pavimenti ricoperti da mosaici molto belli. Entrando nella sala da ballo si immagina facilmente l’atmosfera che doveva esserci nelle grandi occasioni e si resta davvero senza parole.

Villa Torlonia - Casino Nobile
la Sala da Ballo all’interno del Casino Nobile
Una collezione d’arte ricchissima

Nelle varie sale sono oggi conservate anche molte opere, soprattutto statue. Provengono in alcuni casi dalla ricchissima collezione della famiglia Torlonia, in altri casi sono state ritrovate durante degli scavi. Altre opere ancora erano state per lungo tempo dimenticate in un sotterraneo, come ad esempio alcuni bassorilievi in gesso di Antonio Canova.

Villa Torlonia - Casino Nobile
alcune delle statue antiche esposte nel Casino Nobile
Villa Torlonia - Casino Nobile
bassorilievo del Canova che ritrae Socrate che beve la cicuta

C’è anche una sala dove dei pannelli davvero ben fatti ripercorrono la storia di villa Torlonia, compreso il periodo in cui è stata la residenza di Mussolini e della sua famiglia. In un’altra stanza c’è anche un filmato con l’intervista ad uno dei figli di Mussolini. Percorrendo le varie sale del Casino Nobile racconta i propri ricordi dell’infanzia trascorsa lì. Dal video inoltre, realizzato quando i lavori di restauro non erano ancora completi, si intuisce l’immenso lavoro fatto per permettere la creazione del museo.

Villa Torlonia - Casino Nobile
una delle sale riccamente decorate del Casino Nobile

Nel piano più alto, dove un tempo si trovavano le cucine e gli alloggi della servitù, c’è oggi il museo della “Scuola romana”. Le varie sale ospitano quindi molte opere di artisti del Novecento.

Villa Torlonia - Casino Nobile
la sala da pranzo del Casino Nobile

Dal piano seminterrato invece, anche se non molti lo sanno, si potrebbe teoricamente accedere ai due bunker, uno antigas ed uno antiaereo, fatti costruire proprio da Mussolini. Purtroppo in questo periodo le visite non sono possibili.

Villa Torlonia - Casino Nobile
sala a tema egizio nel Casino Nobile

La Casina delle Civette

Nascosta ai bordi del parco, c’è invece la Casina delle Civette. Si tratta di un edificio molto originale e particolare, completamente diverso nello stile dall’elegante Casino Nobile e forse anche un po’ stravagante.

Villa Torlonia - Casina delle Civette
la Casina delle Civette

Il nome di questa piccola residenza secondaria deriva da una delle vetrate, che è decorata dal disegno di due civette stilizzate. In tutta la casa però il tema è stato poi ripreso, nelle decorazione e nel mobilio. Pare infatti che il principe Giovanni Torlonia fosse amante dei simboli esoterici.

Villa Torlonia - Casina delle Civette
la vetrata con le civette
Villa Torlonia - Casina delle Civette
civette su una decorazione all’esterno della casa

Ciò che caratterizza di più questo singolare edificio è comunque la presenza di bellissime vetrate colorate, che ritraggono soprattutto animali ed in particolare uccelli. Oltre alle civette ci ad esempio sono cigni, rondini e pavoni.

Villa Torlonia - Casina delle Civette
alcune delle bellissime vetrate della Casina delle Civette

Anche in questo caso è veramente lodevole il restauro che è stato fatto. Come gli altri edifici di villa Torlonia, anche la Casina delle Civette è rimasta per moltissimi anni nel più completo abbandono e degrado. Oggi invece è un posto davvero unico che vale certamente la pena vedere.

Villa Torlonia - Casina delle Civette
l’ingresso della Casina delle Civette

 

Precedente Sagra della Patata a Leonessa Successivo Scozia on the road in 15 giorni – Itinerario

Lascia un commento

*